Bitcoin: sì della Corea al trading con le criptovalute

By | 15 Mar 2018

Le criptovalute sono costantemente al centro delle discussioni in tema economico. A fine 2017 ha fatto parlare il rialzo incredibile goduto da queste monete nel corso dell’anno; a inizio 2018 abbiamo invece assistito al “crollo”, con perdite di valore non indifferenti.

Nelle ultime settimane invece a tenere banco sono state le dichiarazioni del Ministro dell’Economia della Corea del Sud, che sembrava intenzionato ad imitare le decisioni già prese in Cina, con un divieto totale a scambiare qualsiasi tipo di criptovaluta all’interno del territorio nazionale.

Dopo aver scosso questo mercato dalle fondamenta, il Ministro ci ha ripensato e ora il trading con i bitcoin o qualsiasi altra criptovaluta è oggi del tutto e inequivocabilmente legale, anche in Corea del Sud.

Guadagnare con i bitcoin

trading con le criptovaluteSicuramente la compravendita di bitcoin e di altre criptovalute ha, negli ultimi mesi, favorito diversi soggetti. Avere tra le mani una valuta il cui valore si modifica rapidamente nel corso dei giorni può essere un affare interessante. A inizio 2018 chi aveva investito cifre elevate in questi mercati si è trovato tra le mani una patata bollente, che però sembra si stia raffreddando nel corso delle settimane.

Tanto che le voci di crisi delle criptovalute stanno lentamente rientrando. Si deve comunque considerare che è abbastanza comune, per molti investitori, cercare di vendere gli asset in loro possesso a inizio anno, per monetizzare quanto guadagnato.

Visto che alcune criptovalute hanno, a fine 2017, aumentato il loro valore di varie volte, è abbastanza naturale che molti investitori abbiano deciso di vendere le quote in loro possesso.

Si può ancora investire in bitcoin

Ad oggi le criptovalute sembrano ancora un investimento interessante. Certo, le probabilità che per i bitcoin il 2018 somigli anche lontanamente al 2017 sono del tutto remote, visto che lo scorso anno questa specifica criptovaluta ha aumentato il suo valore di più di 10 volte.

Oltre a questo un singolo bitcoin vale comunque circa 10.000 dollari, cosa che lo rende un canale di investimento interessante solo per chi ha a disposizione capitali decisamente cospicui.

Ci sono però tante altre criptovalute, le cui quotazioni volano decisamente più basso, a partire dell’ethereum, la cui quotazione si aggira intorno agli 800 dollari; a seguire tante altre criptovalute, alcune delle quali hanno un valore decisamente abbordabile da parte di chiunque, a volte meno di 1 dollaro per singola moneta.

Non solo compravendita

Nelle ultime settimane abbiamo anche potuto apprezzare la diffusione delle criptovalute sulle maggiori piattaforme di trading online. Ad esempio su avatrade bitcoin sono disponibili da varie settimane, così come le altre criptovalute. Per chi ha un capitale risicato, o per chi desidera un guadagno immediato, senza attendere il mercato globale, si tratta di un’opportunità decisamente interessante.

Anche perché per cominciare a fare trading tramite questo metodo basta avere a disposizione anche meno di 100 euro; inoltre le piattaforme di trading consentono di sfruttare la leva finanziaria, cosa che permette anche al piccolo investitore di speculare sui bitcoin o comunque su criptovalute con un certo valore abbastanza elevato.

Condivi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *